Untitled-1

Champagne

Come scegliere un buon Champagne?

Scegliere un buon Champagne nella nostra selezione di vini online può sembrare quasi impossibile per i non esperti. Tantissime tipologie, cantine (o meglio Maison), stili e dosaggi vari. Ma, con alcune linee guida di base, puoi fare una scelta informata:

1. Il dosaggio: qui si intende la quantità di zucchero per litro aggiunta con il liquer d'expedition, una miscela di vino e zucchero di canna che determina la dolcezza finale dello Champagne. Avremo quindi il Pas Dosé, che non ha aggiunte, il Brut che è il dosaggio più diffuso ha meno di 12 grammi di zucchero per litro, via via si sale di dosaggio fino agli Champagne dolci, con più di 50 grammi di zucchero per litro.

2 La classificazione: altro tassello molto importante, i vigneti della Champagne AOC (la DOC francese) sono suddivisi per qualità. Si va dai Grand cru, i migliori in assoluto, seguiti in seconda posizione dai Premier Cru e dai cru "standard". Altra qualifica importante è quella che ci dice con quale mix di vini di base è prodotto lo Champagne. Avremo i Non-vintage, prodotti da un mix di vini di diverse annate. I millesimati sono invece Champagne prodotti con vini di base della stessa annata, che danno vita alle vintage più celebri (come la Dom Pérignon 2008). Attenzione: non confondere cuvée con non-vintage! Con il primo termine s'intende che lo Champagne è realizzato a partire da un mix di vini di base, ma nulla impedisce che questi vini siano della stesa annata (ovvero una cuvée millesimata).

3 La Maison de Champagne: le Maison sono il cuore pulsante della Champagne, ognuna ha il suo stile e gli Champagne prodotti da ogni Maison, pur provendendo dalla stessa regione, possono essere diversissimi. Esempio: a Louis Roderer lavorano molto di più in biodinamica, mentre l'ossessione in Dom Pérignon è da sempre quella di lavorare annata per annata, producendo millesimati ineccepibili. I nuovi vigneron dello Champagne come Francis Boulard cercano invece di offrire vini meno standardizzati e che rispecchino più il terroir della regione.

Quanti tipi di Champagne ci sono?

-Blanc de Blancs: fatto interamente con uve a bacca bianca, principalmente Chardonnay, si contraddistingue per note floreali e buona mineralità, con un'acidità rinfrescante. Alla vista si presenta con un colore dorato chiaro.

-Blanc de Noirs: Champagne per cui si utilizzano solo uve nere come Pinot Nero o Pinot Meunier, ha corpo più ricco, con delicati sentori di frutti rossi. Al palato ha un'acidità bilanciata, il colore tende verso il dorato intenso.

-Rosé: prodotto assemblando vini di base rossi e bianchi o tramite con la tecnica "saignée" (o salasso), in cui si preleva una piccola quantità di mosto da uve rosse e lo si vinifica in bianco. Note di fragole, ciliegie, lamponi e ribes, insieme a sentori floreali di rosa e fiori bianchi.

-Millesimato: lo Champagne di annata, prodotto solo in anni eccezionali in cui le uve sono di qualità superiore.

Oltre a questi tipi principali, ci sono anche altre caratteristiche che possono essere menzionate, come la "Cuvée de Prestige", che rappresenta il top di gamma di alcune case produttrici, e "Non-vintage" per gli Champagne che mescolano uve di diverse annate.

Champagne: prezzi per tipologia

Quando si tratta di valutare quanto costa un buon Champagne, ci sono diversi fattori da considerare. Innanzitutto, l'origine e la reputazione della Maison de Champagne possono influenzare significativamente il prezzo della bottiglia. Marchi di prestigio e rinomati, come Dom Pérignon o Ruinart, possono avere un costo più elevato rispetto ad altri produttori meno conosciuti.

Quanto al prezzo medio di uno Champagne di fascia medio-alta si situa generalmente tra i 150€ e i 170€. Va detto però che puoi trovare bottiglie con un ottimo rapporto qualità/prezzo che costano tra i 50€ e i 90€. Se però ci spostiamo sulle grandi annate, i prezzi possono salire anche ai 1000€ e oltre.

Qual è lo Champagne più economico?

Qui su Tannico abbiamo curato una selezione dei migliori Champagne sotto i 30 euroChampagne sotto i 50 euro e dei migliori Champagne sotto i 100 euro. Se invece stai cercando una bottiglia per un'occasione speciale, puoi cercare nella nostra selezione delle migliori bottiglie di Champagne da regalare.

Quanti anni deve avere un buon Champagne?

Durante l'invecchiamento, gli Champagne sviluppano note fruttate e di tostatura più pronunciate, acquisendo grande complessità e finezza.

L'invecchiamento è un aspetto fondamentale per uno Champagne di qualità, i grandi Champagne Vintage affinano sui lieviti (sur lies) in bottiglia per un periodo minimo di tre anni, ma possono richiedere ulteriore tempo per svilupparsi appieno. Se poi parliamo di Prestige Cuvée, questi vini richiedono un periodo di invecchiamento ancora più lungo, che può variare da cinque a dieci anni o più. 

Champagne: le marche più importanti

Billecart-Salmon, Bollinger, Krug, Moët & Chandon e Ruinart sono solo alcune delle Maison che da oltre un secolo producono Champagne di qualità altissima. 

Se invece cerchi qualcosa di diverso puoi virare verso Maison emergenti o sui Vigneron dello Champagne, che sono in grado di offrire eccellenti Champagne, che rappresentano più fedelmente il terroir dell'AOC, come Francis Boulard, Gaston Collard, Jeauneaux Robin.

Cosa si mangia bevendo Champagne? I migliori abbinamenti

Lo Champagne si sposa perfettamente con antipasti leggeri e freschi. Qualche esempio: crostini con salmone affumicato e crema di formaggio, oppure, altro abbinamento classico: Champagne e ostriche.

Quando si passa ai primi piatti, puoi osare con sapori più complessi. Ad esempio, un risotto ai frutti di mare o una pasta al salmone possono essere abbinati con un Blanc de Blancs, con le sue note fruttate e una delicata acidità.

Per i secondi di pesce, come un filetto di branzino in crosta di patate o un salmone alla griglia, uno Champagne più strutturato come un Blanc de Noirs può essere una scelta eccellente. L'eleganza e la complessità di questo tipo di Champagne si adattano perfettamente a piatti di pesce più corposi.

Se vuoi saperne di più puoi leggere la nostra guida completa agli abbinamenti cibo Champagne.

Vuoi saperne di più? Leggi le nostre guide:

Chi ha inventato lo Champagne? | Qual è la differenza tra vigneron e maison de Champagne?| La differenza tra Champagne e Spumante| La differenza tra Champagne e Crémant | I Coteaux Champenois: il lato tranquillo della Champagne |

Hai visualizzato di 398 prodotti

Mostra di più

Loading...
|